CODING PER ALUNNI DELLE SCUOLE ELEMENTARI

L’interesse per Coding e Programmazione che il Ministero dell’Istruzione desidera venga incoraggiato sempre più è tangibile nelle svariate pubblicazioni che ora facilmente si trovano presso le edicole a prezzi accessibili. Queste pubblicazioni si rivolgono agli alunni delle scuole elementari come si evince dalle copertine, di solito ricche di immagini accattivanti e che fanno leva sui giochi per attirare i ragazzini.

Luca Fraioli – caporedattore di RLab Repubblica (un quotidiano che ha recentemente ‘abbracciato’ questa impennata di curiosità da parte di piccoli alunni e ha sostenuto la pubblicazione di una serie di libricini sul soggetto) – introduce SALA GIOCHI con queste parole: ‘Vi piacerebbe dare istruzioni a computer e smartphones per realizzare videogiochi o cartoon pensati da voi? Coding è proprio questo: un codice con il quale programmare pc e telefonini. Perché in una società digitale fare coding è come sapere una lingua straniera: apre nuove possibilità di conoscenza e divertimento.’

Il direttore di LE SCIENZE Marco Cattaneo sostiene che ‘ormai tutti abbiamo a che fare con la tecnologia … Pochi però sono capaci di sfruttare al meglio i loro dispositivi. Che significa usare un semplice linguaggio di programmazione per creare algoritmi con cui risolvere problemi.’

Imparare a dominare le tecnologie informatiche potrebbe aiutare ad affrontare il futuro con gli strumenti migliori.